Fedele Depalma

mandolino, mandola, chitarra, chitarra battente

 

Musicista e musicologo, nato nel 1979 si è diplomato in chitarra nel febbraio 2003 e nel settembre 2005 in mandolino presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Si è specializzato nel repertorio barocco degli strumenti a plettro, che esegue con strumenti storici (mandola settecentesca a sei cori, mandolino barocco a quattro cori, chitarra barocca, colascione) e nel repertorio popolare mediterraneo che esegue con strumenti tradizionali (mandola tenore e contralto, chitarra battente, oud). Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento (Tuscania 2000, Fermo 2001 con il maestro Stefano Palamidessi, Urbino 2005 e 2006) e ha frequentato come borsista la nona edizione del corso di “Musica e Filosofia” tenutosi a Maratea nel 2005. Si è inoltre laureato con lode in lettere classiche presso l’Università “A.Moro” di Bari con una tesi in storia della musica dedicata agli aspetti socio-antropologici degli strumenti a plettro in Italia. E’ dottore di ricerca in “Storia dell’arte comparata: civiltà e culture del Mediterraneo a confronto” con curriculum musicologico presso l’Università “A.Moro” di Bari ed è attualmente cultore della materia della cattedra di “Storia della musica moderna e contemporanea” presso l’Università di Bari. Ha partecipato come relatore a numerosi convegni universitari e a conferenze pubbliche. Ha all’attivo le seguenti pubblicazioni:

 

- Mandolino e ‘alchimia sociale’: «L’Osteria di Marechiaro» di Paisiello, in (a cura di) P. Moliterni, Paisielliana. Un ‘napoletano’ in Europa: Paisiello, Mozart e il ’700, Bari, Edizioni B.A.Graphis, 2007

- Mandolino e identità nazionale in «Musica/Realtà», n. 82 Marzo 2007, pp.113-126

- Quelle più modeste ‘selezioni d’opera’. Note per una storia della ricezione popolare del melodramma in Terra di Bari, in L’altro Melodramma. Studi sugli operisti meridionali dell’Ottocento, a cura di P. Moliterni, Bari, B.A.Graphis, 2008, pp.140-169

- Mandolino e Melodramma, libretto del cd «Mandolini all’Opera», Torino, Felmay, 2008

- La via sinfonica nell’opera fin de siécle: Puccini e Mascagni, programma di sala del 34° Festival della Valle D’Itria, Martina Franca, 17 luglio-6 agosto 2008

- Musica e magia, tra sciamanesimo e danze di possessione in (a cura di R. Cavalluzzi), La magia e le arti nel Mezzogiorno, Bari, B.A. Graphis, 2009, pp. 268-286

- I manoscritti del prof. Beniamino Andriani: dalla partitura all’esecuzione, Giovinazzo, Arciconfraternita Maria SS. Del Carmine, 2008, pp.53-55

- La musica nelle tradizioni popolari. Uomini, canti e suoni del Salento e di Giovinazzo in «Contrappunti», anno XV n.2, febbraio 2009, pp. 13-14

- La tradizione mandolinistica a Molfetta, in Melodie dolenti, Molfetta, Digressione ContemplAttiva, 2009

- "Una specie di cetra più vile". Breve storia del colascione, 'o re de li stromiente, in «Musica/Realtà», n.90, Novembre 2009, pp. 69-82

- ‘O re de li stromiente, il colascione nelle fonti musicali, letterarie, iconografiche, Lecce, Edizioni del Gripho, 2010

- Le marce funebri per quintetto a plettro, in Melodie dolenti 2, Molfetta, Digressione ContemplAttiva, 2010

- Risonanze. Contaminazioni tra folk e rock di inizio millennio, Bari, B.A. Graphis, (in corso di pubblicazione)

- voci Luigi Capotorti, Francesco Peruzzi, Giuseppe Peruzzi, Sergio Pansini, Vincenzo Valente in (a cura di Lorenzo Mattei) Operisti di Puglia dall’Ottocento ai giorni nostri, Edizioni Del Sud, 2010

- Il Duo chitarra e violino nel primo Ottocento: Carulli, Giuliani e Paganini, Molfetta, Digressione ContemplAttiva, 2011

- Fiori di Molfetta: il dilettantismo mandolinistico tra tradizione e innovazione, Molfetta Digressione ContemplAttiva (in corso di pubblicazione)

 

Intensa la sua attività concertistica; ha collaborato come mandolinista e chitarrista con l’orchestra di chitarre “M. de Falla” diretta dal m. P. Scarola, l’orchestra a plettro “N. Piccinni” diretta dal maestro L. Lospalluti, l’orchestra a plettro “Estense” di Modena, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, il “Collegium Musicum” di Bari diretto dal m. Marrone, l’orchestra sinfonica “Maggio Fiorentino”, l’Associazione “Teriaca” di Arezzo, l’Orchestra Internazionale d’Italia diretta dal maestro Giuseppe Grazioli, il Teatro Abeliano di Bari con cui ha realizzato lo spettacolo “Col Sud a tracolla, omaggio a Matteo Salvatore” con Vito Signorile, la “Scuola di Narrazione Nausicaa” di Arezzo e l’Accademia Mandolinistica di Napoli, con cui ha eseguito in prima assoluta composizioni inedite per orchestra a plettro del maestro R. De Simone, incise nel cd “Era de Maggio”, edito dai Raitrade. E’ membro della “Made in Terraneo Band” e membro fondatore dell’Accademia Mandolinistica Pugliese e di numerose formazioni cameristiche: duo chitarra-mandolino, quartetto a plettro “G. Paisiello”, “Napoli, armonie di pace”, “Estudiantina ensamble” con cui propone un repertorio di primo Novecento quasi del tutto inedito, “Tomma Tommë”, con cui propone un repertorio di musica tradizionale frutto di ricerche personale dei suoi componenti, “Trio percorda”. Amante della musica etnica, fa parte del trio “La chanson a la Lune”, con cui propone un repertorio di canzoni sefardite e mediorientali. Ha collaborato con i Radicanto e Raiz; è stato fondatore del gruppo “Terre medinae" e attualmente fa parte del gruppo “Omphalos”, con cui ha vinto diversi premi nazionali e internazionali, tra cui il prestigioso “Eurofolk 2007”, uno dei più importanti concorsi europei di musica tradizionale. Nel 2004 ha partecipato al “Progetto Braccianti”, in collaborazione con le Università di Bologna e Lecce, musicando poesie di autori salentini del primo dopoguerra. Si è esibito in Polonia, Albania, Tunisia, Spagna, Gran Bretagna e Grecia, incidendo per Raitrade, Felmay, InterFolk, Digressione ConteplAttiva e registrando per trasmissioni di Rai2, Radio Vaticana, Tele Norba, Antenna Sud. Ha partecipato al Playfestival di Arezzo 2007, al Folkest di Spilimbergo e al Festival Internationale-El Jem 07. Ha collaborato alla colonna sonora del film “Nicola” di Vito Gius Potenza e al lungometraggio “Idillio infranto” con musiche scritte dal compositore barese Nico Girasole. Nel 2008 ha curato come direttore artistico ed esecutore la pubblicazione del cd “E sì rose, canti e suoni di Giovinazzo” in cui sono stati incisi per la prima volta canti popolari del nord barese frutto della ricerca del demologo Beniamino Andriani. Come mandolinista e chitarrista ha inciso i seguenti cd:

 

  • Terre Medinae, percorsi d’autore, 2000, Bari, indie

  • R. De Simone, Era de Maggio, RaiTrade, Roma, 2007

  • Accademia Mandolinistica Napoletana, Mandolini all’Opera, Felmay, Torino, 2008

  • Il grande Mimmo, DigressioneContemplAttiva, Molfetta, 2008

  • E sì rose, (a cura di Fedele Depalma), Banca Monte dei Paschi di Siena, Giovinazzo, 2008

  • Sonidos de Malaga, Interfolk revista Spagna, Malaga (Spain), 2008

  • Melodie dolenti, Le marce funebri per quintetto a plettro, Digressione ContemplAttiva, Molfetta, 2009

  • O re de li stromiente, Edizioni del Gripho, Lecce, 2010

  • Melodie dolenti2, Digressione ContemplAttive, Molfetta, 2010

  • Goin Back Home, Quickstar Productions, Baltimore USA, 2010

  • Fiori di Molfetta, Digressione ContemplAttiva, Molfetta 2010 (in corso di pubblicazione)

  • Come Clean, Quickstar Productions, Baltimore USA, 2010 (in corso di pubblicazione)

 

web hosting is very important in online business. Make a good decision and choose ipage for your company, and you will realize how easy is to have a website.
Joomla Template designed by Joomla Host